il tuo carrello é vuoto
RICERCA [avanzata]
   Username    Password       » Wish List (0)         » Registrati          » Password persa?

 Collane


pagine:
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14


Burla Di Primavera Con Altre Fiabe, E Prose S
Calamandrei Piero; Luti G. (cu
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

Contattaci per il prezzo      
DISPONIBILE


"calamandrei dal signor preside!": ingenuamente (nel senso nobile che gli dava un altro insigne uomo civile commemorandolo: "un "ingenuo" in parlamento") corrono i ricordi di piero calamandrei, in un toccante lindore di stile e di pensiero. e sembrano, queste fiabe, queste prose memorialistiche (tra cui la bellissima "il lago e la pia"), qualcosa del passato e della terra di toscana casualmente appartenutogli, che lui si dispone lietamente a rendere. era connaturato alla sua moralita` un sentimento della propria esistenza come luogo di passaggio di idee, di ideali, di valori, di "storia" da restituire agli altri in opere e parole: "niente di mio" e` il titolo di una lunga dedica, "il ponte" quello della sua rivista. le prose letterarie raccolte in questo libro sono sparse nell`ordine del tempo, dagli anni dieci ai primi anni quaranta. parte di una produzione minore che accompagno` le piu` ricordate opere giuridiche e l`impegno per il progresso civile nel foro e in parlamento. ma piu` che minore, e` una produzione dilettevole e parallela; calamandrei non nascondeva la tenace vocazione alla letteratura, quasi presupponendola come mezzo di conoscenza all`altro operare: "un varco segreto per accedere ai nascondigli dell`anima vera, per rompere la cerchia dei cuori umani".
Ragionevoli Dubbi
Carofiglio Gianrico
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

12.00 €      


"oltre alle regole scritte, quelle del codice e delle sentenze che lo interpretano c`e` una serie di regole non scritte. queste ultime vengono rispettate con molta piu` attenzione e cautela. e fra queste ce n`e` una che piu` o meno dice: un avvocato non difende un cliente buttando a mare un collega. non si fa, e basta. normalmente chi viola queste regole, in un modo o nell`altro, la paga. o perlomeno qualcuno cerca di fargliela pagare". l`avvocato guido guerrieri deve correre questo rischio. c`e` un uomo in carcere che si dichiara innocente, condannato in primo grado per traffico di droga. le circostanze sono schiaccianti e lui stesso, in un primo momento, aveva confessato. ma c`e` pero` la possibilita` che sia finito in una trappola orchestrata dall`avvocato di primo grado. un maledetto imbroglio, dunque, che guerrieri e` restio a caricarsi, e non solo perche` tutte le apparenze sono contro. il detenuto non e` una faccia nuova: ai tempi del movimento studentesco lo chiamavano fabio rayba`n, picchiatore fascista ossessione dell`adolescenza di guido. c`e` anche una situazione personale ambigua che coinvolge l`avvocato: la fine forse di un amore, l`inizio pericolosissimo di un altro, e in ciascuno di questi incroci sembra materializzarsi lui, il detenuto che si proclama disperatamente innocente.
Marcia Dei Solitari (la)
Dovlatov Sergej; Salmon L. (cu
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

10.00 €      


il genio di dovlatov, uno dei grandi umoristi della letteratura russa, consisteva nella capacita` di sentire e di esprimere la paradossalita` universale. la quotidianita` dell`esistenza dell`uomo sovietico, per esempio, ma anche l`american way of life come vissuta da un emigrato di ultima generazione venuto in america per poter pubblicare, fino al paradosso connaturato in uno scarafaggio (che lui diceva di aver trovato in america per la prima volta). di conseguenza, i suoi protagonisti erano lui stesso, in primo luogo, e la sua esistenza di anarchico drop out nelle maglie ormai rilasciate dell`ultima urss o alle prese con le strane mistiche capitalistiche del nuovo mondo della liberta`; e poi gli stralunati artisti e vagabondi suoi compagni. una specie di perenne generazione beatnik di matrice e cultura sovietica a cui ha dato l`immortalita`, che non puo` esistere piu` dopo la fine dell`unione sovietica, ma costituisce un bacino illimitato di umorismo e di storie non meno della burocrazia zarista immortalata da gogol`. con la particolarita` che dovlatov pote` rappresentarla, per cosi` dire, dagli urali all`atlantico, nell`atto di arrangiarsi in urss come in america, dopo l`emigrazione.
Piccolo Cesare
Burnett William Riley
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

11.00 €      


con "piccolo cesare", del 1929, siamo all`origine stessa del romanzo criminale. assieme a "giungla d`asfalto", l`altro capolavoro di burnett, costituisce il modello e l`icona di ogni narrazione della giornata del gangster: "brulicante, sporca, fracassona, freneticamente viva" come la metropoli moderna, suo ambiente naturale. da entrambi i romanzi, infatti, vennero insuperabili classici della cinematografia realistica americana; espressioni gergali nacquero dalle perfette metafore dei due titoli, capaci di sintetizzare in un`immagine l`intero universo criminale. ed e` interessante notare che, nati dall`osservazione dichiaratamente oggettiva, "verista" della realta` sociale, i due romanzi hanno certamente influenzato perfino la saggistica sociologica sull`argomento, almeno nelle scelte espressive e nella ricostruzione delle atmosfere. "piccolo cesare" e` il ritratto di un boss, rico bandello, nell`arco della sua avventura: eccezionalmente capace, inesorabilmente freddo, professionalmente estraneo a ogni valutazione etica, straordinariamente fortunato. l`intenzione dichiarata dell` autore era di descrivere l`immagine del mondo vista con gli occhi di un gangster" raccontando la storia "in modo che l`azione stessa parlasse". ma c`e` anche qualcosa di piu`. tacito ed evidente come una scultura, c`e` un tipo umano in tutto il suo spessore psicologico; e in tutta la sua tragedia: essere comunque sconfitto, dover sempre ricominciare.
Gaucho Insostenibile (il)
Bola?o Roberto
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

10.00 €      


l`americano piu` triste del mondo visto su un marciapiede di citta` del messico e l`ultimo pomeriggio passato con lui. un avvocato argentino, nel pieno della crisi finanziaria del suo paese, si riconverte in impossibile gaucho della pampa, sperando forse di fermare il tempo del declino, o piu` probabilmente credendo nell`eterno ritorno. l`inchiesta di un detective su un killer seriale nel mondo dei topi di fogna, sulla falsariga ironica di kafka o seguendone alla lontana una malinconica citazione. un mansueto scrittore argentino, inopinatamente baciato dal successo, a parigi cerca il regista che nei suoi film lo anticipa o lo plagia e trova una strana felicita`. un adolescente e un assassino dominati dalla religione. cinque racconti seguiti da due conferenze: una, di radicale pessimismo e incantevole nostalgia, sul sesso, i libri e il viaggiare, le tre inutili passioni dominanti; e la seconda, polemica e iconoclasta, sulla leggibilita` come categoria di giudizio supremamente futile in letteratura: "una letteratura non vale niente se non e` accompagnata da qualcosa di piu` del mero atto di sopravvivere". in questo ultimo libro pubblicato da bola?o, prima della morte prematura, forse piu` che altrove si percepisce compiutamente l`esattezza di una definizione: "il malizioso erede di borges. e l`eredita` consiste nel rovistare in esperienze banalissime, segnate da una vena di bizzaria, elevandole ad avventure movimentate, cercando verita` che nessuno trova o in cui nessuno crede.
Lorenza E Il Commissario
Camarrone Davide
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

10.00 €      


lorenza e` una squillo d`alto bordo. vive a roma come una specie di dandy al femminile. ma viene spesso nella natia palermo per incontrare qualcuno dei suoi riservati e selezionati clienti, e forse anche, svagata cultrice di colte malinconie, per riepilogare le tracce della sua infanzia borghese. dietro l`ultimo messaggio, che la chiama di notte in piazza rivoluzione, sotto la statua del genio, trova il cadavere del prossimo appuntamento: un ricco avvocato, ben inserito. un omicidio nel giro della cocaina: lorenza sembra una testimone di routine. invece qualcosa le precipita addosso, e un vortice di persecuzione l`avvolge: il magistrato dalle delicate frequentazioni, personaggi troppo accorti per non essere esperti istituzionali di complotti, e soprattutto un killer che le semina dietro cadaveri come se cacciasse i suoi cacciatori. e la fuga diventa di necessita` un`inchiesta, perche` la sola via di scampo resta la verita`. l`aiuta l`unica persona che vuole crederle, il commissario paterno`. enigmaticamente la pista principale sembra connessa all`eredita` del nonno, un cofanetto, una collana preziosa dono di un soldato irlandese e un diario di prigionia: "mi ha raccontato della sua terra, degli elfi, del pozzo di san patrizio". ma ogni cosa, ogni transitoria certezze nell`indagine, per la coppia che cerca, muta come nel principio di indeterminazione di heisenberg. e a lorenza e paterno` non rimane che tuffarsi nel passato.
Giornata Di Luigi Xiv
Saule Beatrix
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

9.00 €      


"la giornata di luigi xiv, nella sua regolarita`, e` stata descritta numerose volte - avverte l`autrice nella premessa - da primi visconti, da dangeau, da sourches, da spanheim, da saint-simon. tuttavia, questi testimoni si rivolgevano ai contemporanei e omettevano quindi di parlare di cio` che era noto a tutti ma che noi ignoriamo". inoltre l`iconografia, i quadri e i ritratti, "con la scusa di celebrare un avvenimento speciale" spesso finivano col non rappresentare la semplice quotidianita` del sovrano. insomma, cio` che manca sono spesso i dettagli, troppo ovvi per essere riportati. ma sono appunto questi dettagli - il significato perduto di un gesto, l`uso di un oggetto dimenticato, la sensazione diversa del tempo e dello spazio, un modo di rivolgersi all`aiutante o al subordinato, la smorfia o il profilo di famiglia di un viso, un`ambizione oggi inspiegabile, un onore o uno sgarbo, le modalita` di un`attesa, il fantasma del passato in un`esistenza, presenze e assenze avvertite - a dare la continuita` vissuta, la vivacita` del quotidiano. l`autrice li rintraccia, tramite cio` che ha definito una "caccia" e un gioco, e li usa come il filo per ricucire in un`unica trama di momento in momento le scene e i dialoghi desunti da tutte le cronache, le piu` note e le piu` segrete.
Parroco Di Tours (il)
Balzac Honoré De; Pellini P. (
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

12.00 €      NON DISPONIBILE


"i celibi sostituiscono i sentimenti con le abitudini. quando a questo sistema morale, che li porta ad attraversare la vita, piuttosto che a vivere, si somma un carattere debole, le cose materiali acquistano su di loro un potere sorprendente". il primo degli innumerevoli modi in cui si puo` leggere questo racconto lungo e` che sia lo studio, disincantato e a tratti spietato, o addirittura sadico nel finale, di come le energie affettive non consumate si dirigano a pervertire tutti i rapporti umani. una metafora del potere, e della sete di potere, accentuata dalla circostanza di trovarsi imprigionata dentro la soffocante angustia di una provincia bigotta. balzac nel racconto dichiara di inscenare "le leggi naturali dell`egoismo", lasciandole agire in una lotta sorda di tortuosi interessi minuscoli, che lentamente assume la grandezza del dramma cosmico. e i tre personaggi che dominano il campo, dell`egoismo incarnano tre forme diverse: don birotteau, il parroco di tours, innocuo e viziato, e` cosi` inetto a tener conto degli altri nel suo desiderio, da non vederne nemmeno le trame ostili; don troubert, maligno calcolatore, nel suo disegno di potere, che lo trasforma dal canonico intrigante a genio del male, non trascura il piacere di una vendetta passeggera che travolge il povero birotteau; la trista zitella gamard, finalmente "felice di poter coltivare un sentimento cosi` fertile come la vendetta", diventa strumento docile di una rivalsa frivola che non le rechera` alcun vantaggio o contentezza.
Vampa D`agosto (la)
Camilleri Andrea
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

Contattaci per il prezzo      
DISPONIBILE


caldo torrido, estenuante, sole implacabile: e` questa la vampa del mese piu` infuocato della torrida estate siciliana, ma e` anche l`ardore e la passione che infiammano montalbano. siamo in agosto, mimi` augello ha dovuto anticipare le ferie e montalbano e` costretto a rimanere a viga`ta. livia vorrebbe raggiungerlo, ma per non restare sola, con montalbano sempre al lavoro, pensa di portare con se` un`amica (con marito e bambino) e chiede a salvo di affittare una casa sul mare per loro. la vacanza scorre nella villetta sul mare, silenziosa, verde. ma un giorno il bambino sparisce. montalbano accorre e scopre in giardino un cunicolo che rivelera` clamorose sorprese tra cui un baule con il cadavere di una ragazza scomparsa sei anni prima.
Marion Artista Di Caffe` Concerto
Vivanti Annie
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

10.00 €      NON DISPONIBILE


come marion, anche annie vivanti prima dei vent`anni era stata un`artista di cafe` chantant; e con marion, adolescente ed amorale stellina delle ribalte, nasce il suo primo, piu` celebre e longevo personaggio, che nella finzione letteraria incarna l`anima della sua autrice. il pubblico decreto` il successo del romanzo proprio grazie alle pieghe morbose di questa storia di perdizione, nonche` per gli aspetti autobiografici che conteneva, mentre un condizionamento moralistico impedi` all`establishment della letteratura di accettarlo in tutto il suo valore. eppure quest`opera senza morale e senza lieto fine possiede una eccezionale attualita`, perche` tratta di un personaggio estremo, raccontato col realismo di chi vive la scena come dall`interno dell`anima di chi la vive.
Cammello E La Corda (il)
Seminerio Domenico
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

11.00 €      NON DISPONIBILE


padre salvatore, prete ligio e conformista, e` tormentato dalla tentazione. questa si incarna in minuzza, giovane vedova bianca: la sua fisicita` sottomessa, la disponibilita` allusiva e deferente, il timore che ceda alle profferte di altri gli si accampano nella mente come una doppia volonta` sconosciuta e incontrollata. nello stesso tempo la tentazione prende un`altra veste. durante una partita di caccia, il parroco scopre, in una grotta sepolta, le statue conturbanti che ornavano un giardino di venere con tutte le pose dell`amore carnale. come in archetipi immortali, la grazia e l`eros vitali esplodono nella loro divina bellezza: una minaccia, agli occhi del prete, ancora piu` insidiosa di minuzza.
Inverno 1943-1944 (un)
Lavagnino
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

9.00 €      


fin dal 1940 centinaia di capolavori dai musei di molte citta` italiane furono segretamente trasferiti nel palazzo ducale di urbino, e in altre localita`, reputate sicure, dell`italia centrale. ma nel 1943 quei rifugi divennero ancora insicuri ed esposti a una nuova minaccia: la deportazione. fu allora che lo stesso gruppetto di volenterosi, con pochi mezzi di fortuna, attuo` il trasferimento di quel patrimonio nei ripari sicuri dei musei vaticani. uno dei protagonisti fu emilio lavagnino, padre della scrittrice che in queste pagine ricostruisce l`avventura movendosi tra documenti e diari sperduti, mescolandovi i propri ricordi personali di figlia adolesecente, e le piccole avventure di una famiglia movimentata, come in un romanzo me`moire.
Padre Degli Orfani (il)
Soldati Mario
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

8.00 €      


"il padre degli orfani" e` un altro giallo morale di soldati. ed e`, sottotraccia, una rilettura moderna della prima novella del decameron attraverso la rochefoucauld, e attraverso pascal: tra giansenismo e gesuitismo. il racconto ha avuto in cesare garboli il suo miglior lettore: "non so perche` la critica soldatiana abbia sempre negletto questa cenerentola, sia pure a favore delle grandi sorelle. magistrale studio di psicologia, il ritratto di antonio pellizzari, il protagonista, e` non il cartone ma il modello, si direbbe, del futuro alessandro rora` della "busta arancione", il falso devoto, il roseo e livido omosessuale complicato, torturato, introverso, domatore e fustigatore inflessibile dei suoi istinti."
Anno Nella Vita
Celli P. Luigi
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

11.00 €      


un manager, in una pausa dell`esistenza, riflette sulla lunga esperienza che lo ha portato, nonostante le eresie e le scomodita` del personaggio, a capo di importanti imprese. lo scavo inizia con la raffigurazione della vita ordinaria: ministorie di quando l`equilibrio, che e` forse la dote primaria del manager, esplode. seguono i ricordi dell`infanzia, in un paesino dell`entroterra di rimini, un aura nostalgicamente felliniana. il viaggio nell`esperienza si chiude sul piano proprio di cio` che potrebbe definirsi spunti per una teoria critica dell`impresa; interventi e proposte centrati su quelle situazioni topiche in cui risaltano i paradossi di una logica dell`organizzazione che dimentica di avere a che fare con esseri umani.
Aristotele E I Misteri Di Eleusi
Doody Margaret
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      NON DISPONIBILE


"i misteri di eleusi" e` il quinto romanzo di aristotele nei panni di uno sherlock holmes del iv secolo a.c. e se ogni storia poliziesca si ispira a un`opera dello stagirita, quest`ultima sembra rimandare forse alla politica. ma il ricalco non e` solo con la filosofia del grande filosofo, e` la vita stessa di atene e del mondo greco classico in eta` alessandrina a rivivere nella pagina: il funzionamento pratico della vita pubblica, le procedure ufficiali e i costumi privati, i modi di divertirsi e il mondo degli affari. e soprattutto quel senso sottile di smarrimento generale che dovette aver preso l`uomo greco nell`epoca di svolta in cui aristotele si trovava a vivere.
Mussolini E Le Donne
Fusco G. Carlo
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

9.00 €      NON DISPONIBILE


il duce principe dei playboy di un regime di playboy, in un ritratto feroce come una risata. gian carlo fusco fece della memoria del fascismo - delle memorie della sua gioventu` - un genere del tutto originale, tra il racconto satirico, la cronaca storica e lo spaccato antropologico. mussolini fu per lui, in fondo, un "illusionista illuso", il despota egotista che per essere accettato dai "padroni del vapore" -"un capitalismo d`avventura e gli interessi dinastici di un re d`italia che non amava gli italiani" -, pagava il dazio di dover ridurre a una continua trovata il vuoto programmatico e ideale della dittatura. "giacche` era consapevole che il regime, dalla marcia su roma al 25 luglio 1943, altro non era stato che una sua personale invenzione."
    © 2020 CARU' s.r.l. PI 01440980124                      home | contatti | condizioni di vendita | privacy | informativa cookie




Questo sito utilizza solo cookies tecnici e cookies analitics propri e di terzi. Per ulteriori informazioni vedi la nostra informativa. Chiudi