il tuo carrello é vuoto
RICERCA [avanzata]
   Username    Password       » Wish List (0)         » Registrati          » Password persa?

 Collane


pagine:
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14


Briscola_In_Cinque_-Malvaldi_Marco Briscola In Cinque
Malvaldi Marco
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

12.00 €      NON DISPONIBILE


la rivalsa dei pensionati. da un cassonetto dell`immondizia in un parcheggio periferico, sporge il cadavere di una ragazza giovanissima. siamo in un paese della costa intorno a livorno, l`immaginaria pineta, "diventata localita` balneare di moda a tutti gli effetti, e quindi la pro loco sta inesorabilmente estinguendo le categorie dei vecchietti rivoltandogli contro l`architettura del paese: dove c`era il bar con le bocce hanno messo un discopub all`aperto, in pineta al posto del parco giochi per i nipoti si e` materializzata una palestra da body-building all`aperto, e non si trova piu` una panchina, solo rastrelliere per le moto". l`omicidio ha l`ovvio aspetto di un brutto affare tra droga e sesso, anche a causa della licenziosa condotta che teneva la vittima, viziata figlia di buona famiglia. e i sospetti cadono su due amici della ragazzina nel giro delle discoteche. ma caso vuole che, per amor di maldicenza e per ammazzare il tempo, sul delitto cominci a chiacchierare, discutere, contendere, litigare e infine indagare il gruppo dei vecchietti del barlume e il suo barista. in realta` e` quest`ultimo il vero svogliato investigatore. i pensionati fanno da apparato all`indagine, la discutono, la spogliano, la raffinano, passandola a un comico setaccio di irriverenze. sicche`, sotto all`intrigo giallo, spunta la vita di una provincia ricca, civile, dai modi spicci e dallo spirito iperbolico, che sopravvive testarda alla devastazione del consumismo turistico modellato dalla televisione.
Germani_In_Bellavista_-Bruno_Alda Germani In Bellavista
Bruno Alda
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

9.00 €      


i maneggi di un fratello tronfio di vanagloria e una sorella spiritualmente isterilita dalle molte astuzie, per accaparrarsi una ricca eredita`, ai danni della madre, grettamente egoista, e dell`altra sorella, dal carattere solare e in fondo distratta. ma al di sotto dei disegni segreti, dei complotti sotterranei, delle miserie e delle vigliaccherie inconfessabili, delle alleanze e delle strategie, che movimentano il racconto e coinvolgono il lettore in un crescente desiderio di vendetta, si sviluppa quella che puo` definirsi la tragedia delle migliori intenzioni: la falsita` si insinua nascosta dalla certezza di essere in buona fede; l`odio prende il sopravvento come reazione al sentirsi poco amati; l`affetto protettivo verso chi sembra indifeso diventa giustificazione della piu` cinica avidita`. viene in scena la dinamica del familismo, la cui angustia si rivela il laboratorio ideale per distillare veleni micidiali dagli effetti tardivi. un romanzo che appartiene al tema della letteratura familiare, segnato da una lucidita` antisentimentale e dissacrante, ma con un tono lietamente umoristico e crudele che regala un finale libertino.
Pista_Di_Sabbia_(la)_-Camilleri_Andrea Pista Di Sabbia (la)
Camilleri Andrea
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

12.00 €      


"rapri` l`occhi, si susi`, anno` alla finestra, spalanco` le persiane. e la prima cosa che vitti fu un cavaddro, stinnicchiato di fianco supra la rina, immobile. la vestia era tutta `nsanguliata, gli avivano spaccato la testa con qualichi spranga di ferro, ma tutto il corpo portava i segni di una vastoniatura longa e feroci..." il commissario ha appena il tempo di convocare i suoi uomini e il cavallo e` sparito, rimane solo il segno del corpo sulla sabbia. quello stesso giorno una donna "forestiera", rachele estermann, denunzia al commissariato di vigata il furto del suo cavallo mentre nelle scuderie di saverio lo duca, uno degli uomini piu` ricchi della sicilia, un altro purosangue e` svanito nel nulla. lo scenario della vicenda e` il mondo delle corse clandestine, passatempo preferito di una certa aristocrazia terriera che scommette forte. e in quest`ambiente dorato che montalbano deve indagare, perche`, dopo il cavallo, viene trovato cadavere anche un custode delle scuderie. fra maggiordomi in livrea, baroni e contesse montalbano sta un po` a disagio, mentre "ignoti" entrano una, due, tre volte nella casa di marinella: non rubano niente ma mettono tutto sottosopra, sembrano cercare qualcosa; ma cosa?
Lettera_Da_Benares_(la)_-Maraini_Toni Lettera Da Benares (la)
Maraini Toni
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

11.00 €      


fosco maraini (1912-2004), antropologo, fotografo, orientalista, alpinista e scrittore, si cimento` anche con giochi linguistici, testi inventivi e poesie; a lui si deve uno dei piu` noti libri di viaggio del secolo scorso, "segreto tibet", e lo studio e la conoscenza dell`universo giapponese e di vari popoli dell`asia. nei suoi viaggi esploro` molteplici universi, endocosmi ed esocosmi, per usare sue parole, cioe` mondi di dentro e mondi di fuori. una lettera mai spedita, ritrovata nelle carte postume, fornisce alla figlia toni il materiale e l`occasione per un carteggio immaginario eppure vero col padre, e in questo dialogare si fonda il filo conduttore del suo libro. un ripercorrere vite contemporanee e parallele, unite da eventi concreti, da memorie e ricordi; e, sul piedistallo di quella lettera, altre lettere tra figlia e padre, con documenti e testimonianze inedite, emergono dall`archivio di famiglia e dalle loro esperienze, separate ma comuni, che essi andavano correndo. dagli anni vissuti in sicilia (fosco sposo` topazia alliata, pittrice e nobildonna siciliana) e dalle lontananze orientali, sino al loro ritorno in italia. sullo sfondo, il secolo di una famiglia proveniente da un triangolo spaziale che riassume un continente e una cultura, quella di artisti, scrittori, intellettuali e viaggiatori. cosi` si apre uno degli archivi segreti dell`esperienza e storia culturale d`europa.
Poliziotto_Che_Ride_(il)_-Sjowall_Maj_Wahloo_Per Poliziotto Che Ride (il)
Sjowall Maj Wahloo Per
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

12.00 €      NON DISPONIBILE


secondo il parere del maestro del giallo nordico henning mankell: "chi scrive dopo questi romanzi, si ispira a loro, in un modo o nell`altro". "loro" sono i coniugi maj sjowall e per wahloo che in dieci anni, dal 1965 al 1975, hanno composto il "decalogo dell`ispettore martin beck", ovvero i dieci romanzi, uno per anno con le inchieste della squadra omicidi di stoccolma. in beck c`e` assai poco della maniera maigrettiana, o di qualunque maniera, e del metodo-non metodico del commissario di simenon. e non perche` beck non abbia una personalita`, o perche` il lettore non sia portato a simpatizzare con lui ma perche` al contrario possiede una personalita` variegata, cangiante col tempo, fatta di io diversi, come lo sono le personalita` vere. in questo romanzo, una stoccolma "calda", dove la polizia e` impegnata ad arginare le proteste antiamericane per la guerra in vietnam e` sconvolta da una strage: i nove passeggeri di un autobus vengono uccisi a colpi di mitra. tra le vittime c`e` anche un sovrintendente che e` il piu` giovane collaboratore di martin beck. il poliziotto e` rimasto coinvolto casualmente o era proprio lui nel mirino del folle omicida? di quale caso si stava occupando? cosa ci faceva su quell`autobus visto che non risultava in servizio? sembra che nessuno dei colleghi o dei familiari sappia rispondere a questi interrogativi.
Anversa_-Bolano_Roberto;_Morino_A._(cur Anversa
Bolano Roberto; Morino A. (cur
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

9.00 €      


"ho scritto questo libro per me stesso, e neppure di questo sono troppo sicuro. per molto tempo sono state solo pagine sparse che rileggevo e forse correggevo convinto di non avere tempo. ma tempo per cosa? ero incapace di spiegarlo con precisione. ho scritto questo libro per i fantasmi, che sono gli unici ad avere tempo perche` sono fuori dal tempo". anversa e` il primo romanzo scritto da bola?o ("naturalmente, non ho mai portato questo romanzo a una casa editrice") ed e` anche l`ultimo pubblicato in vita. l`inizio e la fine, a distanza di vent`annl, di una storia di scrittore indipendente dalla cosiddetta letteratura ufficiale, diventato un riconosciuto innovatore, un autore di riferimento e un maestro, grazie alla chiarezza e la tristezza di un modo di scrivere il cui rischio principale e` quello di usare la letteratura per cercare di ripetere un`esperienza del mondo, di fermare i vissuti propri e quindi, appunto perche` irripetibili e mai del tutto decifrabili, aperti alla liberta` di tutti di ammaliarsene e riviverll. e anversa chiude, infatti, con una frase che e` un impegno programmatico: "come quei versi di leopardi che daniel biga recitava su un ponte nordico per armarsi di coraggio, cosi` sia la mia scrittura".
Falsario_Di_Caltagirone_(il)_-Attanasio_Maria Falsario Di Caltagirone (il)
Attanasio Maria
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

13.00 €      


come mai paolo ciulla, pittore ricco di talento, giramondo curioso di nuove esperienze artistiche e esistenziali, fini falsificatore internazionale di banconote? la risposta va cercata in questo libro che cerca di strappare dall`oblio un eroe inattuale, a meta` tra un personaggio di vitaliano brancati e un avventuriero settecentesco incalzato dalla malinconiain tutte le tappe della sua corsa terrena.
Pecore_E_Il_Pastore_(le)_-Camilleri_Andrea Pecore E Il Pastore (le)
Camilleri Andrea
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

Contattaci per il prezzo      
DISPONIBILE


un atto di lettura e` all`origine di questo giallo storico. la curiosita` dello scrittore viene attratta da un libro, dimesso e periferico in apparenza. lo scrittore precipita nella lettura, ma inciampa in una nota a pie` di pagina. la brevita` della nota stenta a contenere l`immanita` del fatto. recita la nota: "nella lettera del 16 agosto 1956 l`abadessa sr. enrichetta fanara del monastero benedettino di palma montechiaro cosi` scriveva a peruzzo: `quando v. e. ricevette quella fucilata e stava in fin di vita, questa comunita` offri la vita di dieci monache per salvare la vita del pastore. il signore accetto` l`offerta e il cambio: dieci monache, le piu` giovani, lasciarono la vita per prolungare quella del loro beneamato pastore`". il "pastore" delle giovani "pecore", che si lasciarono morire di fame e sete in una lunga agonia, era il vescovo di agrigento giovanni battista peruzzo: il "vescovo dei contadini" che, in nome della giustizia sociale, e a dispetto del professato anticomunismo, aveva messo il suo carisma e la sua possente eloquenza al servizio dei deboli e degli abbandonati: contro gli agrari; e contro quella "struttura di peccato", che era il latifondo incolto. immancabilmente, due proiettili ferirono a morte il vescovo. era una sera d`estate del 1945. dieci monache offrirono le loro vite a dio. il vescovo sopravvisse al baratto. mentre dieci cadaveri si dissolvevano nel silenzio di una strage dimenticata.
Dizionario_Del_Dandy_-Scaraffia_Giuseppe Dizionario Del Dandy
Scaraffia Giuseppe
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

Contattaci per il prezzo      
DISPONIBILE


il primo beau brummell, l`ultimo, probabilmente, cocteau. alcuni riconoscibili tanto che suona superfluo il ricordarli (wilde, proust); altri sono dandy misconosciuti e, forse, impensabili: joyce, gozzano, camus, e uno charlot a cui "la bufera del progresso aveva lacerato la marsina". il ritratto del dandy e` un`impresa difficile, quasi utopica. innanzitutto perche` - avverte subito giuseppe scaraffia - "nasce insieme alla sua invincibile avversaria, la societa` di massa", e` dunque fin dall`origine un ribelle sconfitto, un oppositore senza speranza. un` evanescenza complicata da un`impalpabilita` paradossale: il dandysmo fu un movimento culturale ma impedito d`esser tale dalla singolarita` irriducibile di chi ne faceva parte, fu una ideologia a cui il basilare scetticismo toglieva la possibilita` di proclamarsi, un`opposizione a cui l`impassibilita` negava di battersi: quando oscar wilde, andato in america a diffondere un po` di buon gusto, seppe che gli preparavano accoglienze da esteta, si affretto` a presentarsi vestito nel modo piu` convenzionale. per cui piu` che a un ritratto storico e critico, e` un`identificazione cio` a cui si puo` aspirare, o conoscendo le sue singole figure, oppure attraverso un dizionario che, voce per voce, cerca di tipizzarne i versatili comportamenti alla ricerca di una sintassi del dandy.
Pratiche_Del_Disgusto_(le)_-Cornia_Ugo Pratiche Del Disgusto (le)
Cornia Ugo
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

10.00 €      


passeggia per le circostanze della sua vita, come si passeggia per le vie di una citta`, l`io narrante di cornia, lasciandosi riflettere sulle mille cose che gli capitano durante l`esistenza esattamente al pari del disoccupato camminatore che fantastica automaticamente su cio` che vede accadere agli angoli delle strade. e uno spettatore puro di se stesso. il suo modello segreto di osservazione sta tra monsieur hulot e bouvard e pe`cuchet: un composto di innato senso del comico e dell`assurdo, di sensibilita` accesa verso il carattere fluido dell`esistere e candida voglia di afferrare un senso che non c`e`. eppure dalla sua ossessione ingenua e febbrile di onnicomprensione discende una capacita` di penetrazione psicologica che riesce, in realta` in poco e come parlando d`altro, a tratteggiare efficacemente personaggi e situazioni fino a comporre trame umane fittissime pur nella loro occasionalita` minimalistica. nel suo dinamismo "le pratiche del disgusto" ha la velocita` dell`invettiva. ma con un centro di gratitudine e rimpianto. si tratta dell`amicizia, grandissimo mistero: piccoli episodi richiamano all`io narrante la catena di sue amicizie, cosi` diverse, cosi` ariose o anguste, tutte sospese come oasi o come colline verdi sul deserto del conformisno di vite legate, che per quanto lo si esplori in lungo e in largo appare solo uguale e desolante.
Moglie_-Storoni_Mazzolani_Lidia Moglie
Storoni Mazzolani Lidia
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

9.00 €      


lidia storoni mazzolani ha il dono di far diventare un problema filologico racconto borgesiano. come borges sa giocare col tempo, stabilire ardue rispondenze, creare sottili rapporti tra il passato e il presente, tra la nostra condizione e quella degli antichi. al rigore dello studio, alla precisa e minuziosa ricostruzione di un testo (e di un`epoca), unisce la qualita` che pochi storici e fiologi possiedono: la qualita` dello scrittore, la capacita` visionaria e fantastica di vivere col personaggio, coi personaggi. e cosi` e` in queste pagine, racconto storico-filologico che nasce da un`epigrafe lungamente studiata e discussa, ma solo ora restituita alla sua umana verita`.
Rosso Taranta
Morino Angelo
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

10.00 €      


protagonista di questo romanzo e` un professore universitario che intraprende un viaggio nel salento, la terra delle "tarantate", incuriosito da una tradizione che conosce attraverso le pagine di ernesto de martino, il maggiore antropologo italiano del novecento che al salento ha dedicato la fondamentale opera "la terra del rimorso". ma chi sono le tarantate? sono le contadine che, morse da un ragno (la "taranta") durante la raccolta del grano, colte da lancinanti dolori e smanie, sarebbero curabili solo con la musica ritmata di tamburelli e violini che le fa danzare senza sosta. la narrazione corre pero` anche su un secondo binario: siamo nel 1959 e questa volta protagonista e` proprio ernesto de martino, ritratto, insieme alla sua e`quipe, negli stessi luoghi e nelle stesse circostanze. nell`alternanza fra la prima e la seconda narrazione, molti sono i confronti impliciti: il salento come luogo di transito dei disperati del mondo e il salento come pezzo del sud chiuso e immobile, il disturbo psichico senza tutele efficaci e quello gestito nel nucleo parentale, un certo disfacimento della struttura universitaria e una diversa concezione del sapere accademico, una sessualita` all`insegna dell`omoerotismo che dirompe e un`altra sessualita` all`insegna del ritegno.
Papa Giovanni
Fusco G. Carlo
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

10.00 €      


nel 1956 fusco conobbe a venezia il cardinale angelo roncalli; fu un amico giornalista a presentarlo all`allora patriarca della citta` lagunare. insieme si recarono al palazzo patriarcale: fu un incontro come fra vecchi amici, roncalli offri` del buon vino bianco, converso` amabilmente, non si mostro` preoccupato della "laicita`" di fusco, lo ringrazio` addirittura per un articolo malizioso che il cronista aveva dedicato ai frati francescani. a quell`incontro ne seguirono altri, tutti cordiali, come fra vecchi amici, il cardinale raccontava episodi della sua vita, aneddoti su santi, affrontava discussioni sulla chiesa, sempre sorridente e a tratti ironico; incontri che dovettero segnare profondamente fusco se il 4 giugno del 1963 si ritrovo` con migliaia di persone in piazza san pietro nel corteo che accompagnava la salma di giovanni xxiii.
Sarto Della Stradalunga (il)
Bonaviri Giuseppe
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

10.00 €      


e la storia di una modesta famiglia artigiana di mineo, in provincia di catania, narrata da tre componenti, il padre pietro, cioe` il sarto della stradalunga, sua sorella pina, il figlio undicenne peppi. la narrazione si articola in tre parti distinte che si intersecano e si contraddicono, completandosi a vicenda. il libro riflette la condizione sociale di miseria secolare della sicilia negli anni cinquanta, ma lo fa in modo originale, lontano dagli schemi narrativi allora consueti. mentre la spinta del neorealismo si andava esaurendo si intensificavano i tentativi di percorrere nuove strade, e certamente "l`esperimento"di bonaviri era tra i piu` originali.
Valletto Di Napoleone (il)
Vairy
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

12.00 €      


"so bene che ai lettori interessa solo cio` che riguarda il grand`uomo al cui servizio mi ha condotto il destino per sedici lunghi anni durante i quali non mi sono praticamente mai separato da lui". i ricordi di constant, valet de chambre di napoleone, posseggono una particolare amabilita` piu` settecentesca che ottocentesca (malgrado iniziati a pubblicare a partire dal 1830). il narratore e` un puro testimone di tutto cio` che vide dal colpo di stato del 18 brumaio 1799 alla caduta dell`imperatore, e non celebra se stesso. il gossip e il sensazionale sono naturalmente estranei dai suoi interessi; come pure esclusa e` di giudicare il ruolo storico e di spiegarne l`enigmatica grandezza. niente vizi privati e pubbliche virtu`, in altri termini, ne` servo encomio e codardo oltraggio. constant fa cio` che sa fare, cioe` raccontare giorno per giorno il napoleone intimo e segreto perche` lontano dagli occhi estranei, che si offriva genuino alla sua cura: cosi` realizzando l`impresa romanzesca straordinaria di restituirci quello che il personaggio storico vela: l`uomo. cio` non significa che imperatore e battaglie, audacie del genio e costrizioni delle circostanze siano esclusi, che manchino colpi di scena ed episodi sconosciuti e sorprendenti, che siano censurati i tratti scabrosi e tragici, solo che sono visti, appunto, dalla chambre, da dove napoleone il grande usciva e tornava a ritirarsi un uomo semplice.
Viaggio A Lourdes (un)
Soldati Mario; NigrĂ² S. S. (cu
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

9.00 €      NON DISPONIBILE


uno scrittore laico a lourdes, luogo di fede e di miracoli. nel 1934 mario soldati intraprese un viaggio a lourdes, non per devozione, ma per un`inchiesta giornalistica. alla stazione, il giorno della partenza, in mezzo a preti, frati, monache, infermiere, nobili e borghesi della torino che conta, soldati coglie umori e voci dei "congregati della banchina". sta per partire il treno verde, il convoglio attrezzato per il trasporto dei malati. e un tragitto faticoso, lento, ma in realta` il viaggio e` sofferenza e sacrificio solo per i pochi malati gravissimi, per tutti gli altri, anche per gli infermi, e` occasione di distrazione e di svago. finalmente, dopo piu` di 24 ore, il treno verde giunge alla meta. ma a lourdes, scopre il ventottenne soldati, non si respira un`atmosfera di spiritualita`: citta` ariosa, allegra, operosa, si presenta assai diversa da assisi, un luogo in cui anche le pietre rimandano alla meditazione. ma qual e` il mistero di lourdes? sta forse nella grotta, che tuttavia appare insulsa e brutta? allora perche` attira tanti uomini e donne? l`occhio penetrante di mario soldati mette a fuoco questo luogo colmo di misticismo - di straordinaria suggestione per i credenti - con il ritmo incalzante del reportage e uno sguardo laico e disincantato.
    © 2020 CARU' s.r.l. PI 01440980124                      home | contatti | condizioni di vendita | privacy | informativa cookie




Questo sito utilizza solo cookies tecnici e cookies analitics propri e di terzi. Per ulteriori informazioni vedi la nostra informativa. Chiudi