il tuo carrello é vuoto
RICERCA [avanzata]
   Username    Password       » Wish List (0)         » Registrati          » Password persa?

 Collane


pagine:
01
02
03
04
05
06
07
08
09
10
11
12
13
14


Lusso Della Giovinezza (il)
Savatteri Gaetano
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

14.00 €      


irriverenti, appassionati e dissacranti ritornano con una nuova avventura i due investigatori involontari, saverio lamanna, giornalista senza lavoro, sarcastico e realista, e peppe piccionello, sua spalla, confidente e mentore. tra ironia e sarcasmo un giallo carico di riflessioni sociali e umane.
Ultimi Giorni Di Quiete (gli)
Manzini Antonio
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

14.00 €      NON DISPONIBILE


una mattina qualunque, per caso, nora riconosce un volto in treno. e la persona che le ha distrutto la vita. lei e il marito pasquale sono i proprietari a pescara di una avviata tabaccheria. e proprio in questa sei anni prima nel corso di una rapina un ladro ha ucciso il loro unico figlio corrado. nora non puo` credere che il carnefice di un ragazzo innocente - del loro ragazzo innocente! - possa essere libero dopo cosi` poco tempo. non puo` credere che la vita di suo figlio valga tanto poco. ma e` cosi`, tra la condanna per un omicidio preterintenzionale e i benefici carcerari. da questo momento nora e pasquale non riescono a continuare a vivere senza ottenere una loro giustizia riparatrice. il marito cerca la via piu` breve e immediata. nora, invece, dopo una difficile ricerca per stanare l`uomo, elabora un piano piu` raffinato. paolo dainese, pero`, l`omicida, si e` sforzato per rifarsi una vita e, annaspando, sta riuscendo a rimettersi a galla. da anni antonio manzini aveva in mente questa storia, tratta da un fatto vero. e ha voluto scrivere non un romanzo a tesi, ma un romanzo psicologico su tre anime e su come esse reagiscono di fronte a un`alternativa morale priva di una risposta sicura. e leggendo queste pagine si resta disorientati, non solo perche` l`autore ha scritto una storia diversa dalle sue trame che ci sono piu` famigliari, ma soprattutto perche` e` riuscito a raccontare, dentro gli intrecci propri di chi e` maestro di storie, l`impossibilita` di farsi un giudizio netto. impossibilita` di chi legge, e di chi scrive; ma anche dei personaggi che vivono la vicenda. questi possono scegliere (e le loro scelte sono diverse) ma perche` costretti a farlo, cosi` come la vita costringe. questa specie di cortocircuito, tra ragione e vita, e` il dubbio etico che manzini esplora in tutto il suo spazio.
Re Di Varsavia (il)
Twardoch Szczepan
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      


c`era una volta a varsavia. 1937. a pochi mesi dall`invasione nazista e in un clima politico di crescente dittatura e inconsapevolezza del futuro, si svolge l`ascesa di jakub shapiro, ebreo, gran pugile ma anche un assassino al servizio del capomafia della comunita` israelitica. la racconta, cinquanta anni dopo, da tel aviv dove si era rifugiato in tempo, moises inbar, all`epoca diciassettenne, che di jakub era diventato l`ombra. da quando jakub ha ucciso con sanguinaria crudelta` il mite padre di moises, il ragazzo e` una specie di specchio del travolgente criminale, in un rapporto odio-identificazione difficile da decifrare. del boss avventuroso, il fragile ragazzino ebreo testimonia, ammirato e schifato, gli atti e le passioni di una vita avida, in un continuo di episodi e figure travagliate, ebrei e non ebrei, nessuna delle quali solo comprimaria ma sempre caratterizzata da una propria storia (il capomafia, la tenutaria del bordello, la moglie ebrea borghese, l`amante polacca aristocratica, il fratello sionista idealista, il killer mostruoso con il suo demone, e i molti minori che compongono lo sfondo sociale). soprattutto moises avverte del quel che rende in fondo contraddittorio ogni suo successo. e che preannuncia qualcosa di terribilmente triste e sorprendente. "il re di varsavia" e` un romanzo criminale; e` un romanzo storico sulla varsavia antisemita e capitale dell`ebraismo, divisa tra l`aspirazione a metropoli europea e un autoritarismo provinciale, mentre scivola verso la tragedia; e` un romanzo morale, sull`assuefazione alla violenza e su quanta e quale ne e` giustificata dalla voglia di rivalsa di chi e` oppresso; ed e` un romanzo politico, sulle radici della nazione di israele. da questo libro e` stata prodotta una serie televisiva.
Silenzio Alla Fine (il)
Leveratto Pietro
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      


new york, primavera 1932. la citta` piu` viva del mondo agli ultimi sgoccioli del proibizionismo, l`eta` felice del jazz appena dietro le spalle, sotto la cappa della grande depressione. nell`intrecciarsi di altre vite e storie, tre uomini incrociano drammaticamente le loro esistenze. un ebreo austriaco, tormentato e sommo musicista, e un celeberrimo direttore d`orchestra italiano, antifascista in esilio, accomunati dalla musica grande, per entrambi salvifica, e legati al principio da quella speciale consonanza - poi interrotta per ventura - possibile solo tra chi condivida la stessa passione; nessun confine preciso e` tracciabile tra i loro sentimenti reciproci, e uno stringente destino li riunisce. sullo sfondo, a tramare, il terzo uomo, specie di ragno maldestro; siciliano, fascista della prima ora, un come si diceva; sodale di mussolini fin dagli albori socialisti e convinto percio` di essere il suo interprete piu` vero in mezzo ai traditori, mentre forse il duce nemmeno sa bene che esista. uno decide di perdersi nei luoghi oscuri della grande citta`, e li` sfiora un amore, nelle stesse ore, in circostanze inesplicabili, un altro scompare. sono i giorni del rapimento di baby lindbergh e l`fbi e` troppo impegnata nella ricerca per sprecare intelligenza dietro altre sparizioni. e forse manca perfino la voglia di far luce sui rapporti tra un , la criminalita` italiana, e il suo governo straniero. qualcuno conosce la verita` ma, alla fine, scendera` il silenzio.
Cassa Refrigerata Commedia Nera N. 4 (la)
Recami Francesco
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

13.00 €      


la vetusta signorina maria e` morta. una piccola folla di una ventina di persone si accalca davanti alla porta della villetta. si sgomita per presenziare all`esposizione della bara. si potrebbe pensare che i suoi paesani le volessero bene... nient`affatto. era una donna odiosa, che non se la faceva ne` con un amico ne` con un parente, tanto ricca quanto tirchia. ma di lei si dice che avesse nascosto un patrimonio negli anfratti della casa; e forse un testamento segreto, per la fortuna di qualcuno e la delusione di tanti. fuori comincia a venire giu` un nubifragio che, come spesso capita alla nostra penisola, sommerge tutto in fiumi di fango. quando finalmente i finti dolenti sono entrati, esplode la guerra per il tesoretto: risse collettive, duelli solitari, avidita` nutrite da privazioni generazionali, panni sporchi lavati in piazza di esistenze piene di vizi privati, matrimoni che naufragano ma anche tristi amori che sbocciano, piccolissimi peccati da confessionale e magagne da parrocchia. l`occhio dell`autore squadra di volta in volta scene di massa e primi piani. e misteriosamente cominciano a fioccare i morti. e sembra che non ci sia scampo per nessuno perche` la villetta e` restata isolata dal resto del mondo civile.
Riccardino_-Camilleri_Andrea Riccardino
Camilleri Andrea
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      


l`ultima avventura del commissario montalbano. anno 2005: camilleri ha appena pubblicato la luna di carta. sta lavorando alla successiva avventura della serie, ma in estate consegna a elvira sellerio un altro romanzo con protagonista il commissario montalbano. si intitola riccardino. l`accordo e` che verra` pubblicato poi, un domani indefinito, si sa solo che sara` l`ultimo romanzo della saga montalbano. anno 2016. sono passati 11 anni durante i quali sono usciti 15 libri di montalbano. andrea camilleri sente l`urgenza di riprendere quel romanzo, che e` venuta l`ora di . nulla cambia nella trama ma solo nella lingua che nel frattempo si e` evoluta. ne` muta il titolo che allora considerava provvisorio ma al quale ormai si e` affezionato e che nel 2016 decide essere definitivo. un titolo cosi` diverso da quelli essenziali ed evocativi e pieni di significato ai quali siamo abituati, in cui risuonano echi letterari: la forma dell`acqua, il giro di boa, il ladro di merendine, l`altro capo del filo. ma riccardino segna quasi una cesura, una fine, ed e` giusto marcare la differenza sin dal titolo. ma come e` nata l`idea, e soprattutto perche`? racconta andrea camilleri in una vecchia intervista che a un certo punto si era posto il problema della dei suoi romanzi, dilemma comune a molti scrittori di noir, che aveva risolto decidendo di fare invecchiare il suo commissario insieme al calendario, con tutti i mutamenti che cio` avrebbe comportato, del personaggio e dei tempi che man mano avrebbe vissuto. ma poi, aggiunge, . i suoi due amici scrittori di gialli, izzo e manuel vazquez montalban, che volevano liberarsi dei loro personaggi, alla fine erano morti prima di loro. allora . ecco: la soluzione la scopriranno i suoi tantissimi affezionati lettori di questo riccardino che pubblichiamo ricordando andrea camilleri con gratitudine
Fattore Umano (il)
Greene Graham
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      NON DISPONIBILE


c`e` una , nella sezione che dirige gli affari dei servizi segreti britannici in africa, una fuga di informazioni. dentro le stanze della sezione interessata, un giorno dopo l`altro, maurice castle, il responsabile, e il suo sottoposto arthur davis sono uniti da una tiepida quotidianita` nella routine del lavoro. ogni tanto una birra al pub. il piu` giovane, davis, scalpita, vorrebbe una missione sul campo. a castle, la vita va bene cosi`, odia le scosse, ama l`anonimato anzi lo coltiva, chiede solo di potere ritornare a casa la sera, dalla moglie e dal figlio. di se` rivela poco o nulla, sistematicamente; quando qualcuno lo stuzzica sulle noie del matrimonio, replica che lui ama la sua donna e il bambino, ma alle spalle ha una carriera avventurosa. ha servito in sudafrica e da li` e` riuscito, in violazione dell`apartheid, valendosi dei neri, a portare con se` la giovane sarah, la bantu di cui e` innamorato inseguita dagli agenti del regime, e il figlio di lei sam. mentre i due agenti si punzecchiano nel torpore burocratico degli uffici di sua maesta`, i vertici dell`mi6 scatenano l`indagine sulla talpa. una caccia condotta con astuzia perversa e cinismo, perche` la posta e` piu` grande di quanto emerga, che condurra` a conseguenze atroci. e iniziera` l`impresa disperata, la solitaria e strana battaglia ideale in cui maurice castle innestera` il fattore umano. scrive enrico deaglio, nella sua nota, che graham greene ha inventato il genere della spy story, offrendo . della spy story, quindi, il fattore umano e` un prototipo, ma arriva ben al di la` del genere. immersi nella trama che avvince alla voglia di sapere come va a finire, si stagliano piu` temi. il ritratto commovente di un uomo che fa dell`amore per una donna la chiave della giustizia piu` universale; la descrizione di ambienti, luoghi e giornate che vanno dalle cacce dell`aristocrazia ai tinelli piccolo borghesi; la rappresentazione di una
Il_Borghese_Pellegrino_-Malvaldi_Marco Il Borghese Pellegrino
Malvaldi Marco
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

14.00 €      NON DISPONIBILE


Amate cucinare, e magari amate anche gli omicidi (ma magari non tanto quanto amate cucinare, si spera, e comunque soltanto quando sono magistralmente raccontati)? Questo romanzo ha tutte e due le cose. Il Pellegrino del titolo è l'Artusi, vi sveliamo solo questo.
Locanda Del Gatto Nero (la)
Seishi Yokomizo
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

13.00 €      


in un distretto di tokyo, diventato nel dopoguerra , un bonzo del vicino tempio buddista e` sorpreso a scavare spasmodicamente nel giardino della locanda del gatto nero. dalla terra affiora un cadavere di donna. e una giovane evidentemente legata agli affari piu` o meno equivoci del locale ma ha il volto devastato e nessuno puo` riconoscerla. la polizia si concentra con poca fantasia sugli intrighi adulterini dei due proprietari dell`esercizio, i coniugi itojima. il marito sarebbe l`assassino della moglie in complicita` con l`amante. ma alcuni colpi di scena sconvolgono questa ricostruzione. e a questo punto che entra in scena il detective kindaichi ksuke, trasandato, irritante, balbuziente, infallibile: e tutto quanto, da puzzle inestricabile, diventa narrazione coerente.
Cerchi Nell`acqua (i)
Robecchi Alessandro
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      


ghezzi e carella, i due poliziotti che i lettori di alessandro robecchi hanno gia` incontrato, seguono due casi che hanno poco a che fare con i normali ordini del giorno di un commissariato di ps. ghezzi cerca un certo salina, esperto scassinatore, che e` sparito lasciando un sinistro messaggio alla sua donna. glielo ha chiesto come favore personale lei, gia` habitue`e di quella che si chiamava una volta buoncostume. l`irruente carella, ufficialmente in ferie, e` stato visto spendere e spandere in locali non troppo perbene, e girare con una maserati fiammante. il vicequestore gregori vuole vederci chiaro e incarica proprio ghezzi di indagare sul collega. anche carella ha un fatto personale di cui occuparsi, un dolore da lenire, come una febbre, ed e` sulle tracce di un criminale appena uscito di galera. il tutto mentre il capo gregori e la procura si dannano l`anima per un misterioso omicidio: quello di un artigiano, antiquario rinomatissimo. in un moltiplicarsi di domande, dubbi, colpi di scena, ghezzi e carella battono palmo a palmo una milano sotterranea, feroce e sorprendente. temperamenti opposti ed eta` diverse, l`uno morso da inaspettate nostalgie, l`altro deciso e spregiudicato, li avvicina la forte sensibilita` per il dolore degli altri, sanno che ogni ingiustizia ha conseguenze che arrivano lontano, come cerchi nell`acqua. ne "i cerchi nell`acqua" il protagonista dei romanzi di alessandro robecchi, carlo monterossi, autore di televisione spazzatura e investigatore per caso, lascia la scena a ghezzi e carella, incredulo e disarmato davanti al racconto impietoso di un mondo cosi` lontano dal suo. la scrittura stringata e scattante di robecchi muove storie e personaggi dentro atmosfere dai riflessi freddi e metallici, in un poliziesco pieno di azione e malinconicamente morale, degno della migliore tradizione del noir americano.
Splendore Del Niente E Altre Storie (lo)
Attanasio Maria
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

14.00 €      


(maria attanasio, dalla nota introduttiva). raccogliere in un unico volume questi racconti, variamente editi tra il 1994 e il 2014, corrisponde alla necessita` di dare piu` completa conoscenza ai lettori di una scrittrice appartata ma la cui opera e` accompagnata oggi da una crescente attenzione, da una continua curiosita`. il volume mette assieme: la lunga novella, quasi un breve romanzo, correva l`anno 1698, che dissotterra la vicenda di francisca, uomo-femmina, ; bellissima lo splendore del niente storia di potenza flaubertiana di ignazia perremuto, di superba e nobile famiglia, che a lussi, amori e doveri propri del suo stato preferisce contemplare il nulla, prefigurando le ribellioni alla sottomissione femminile -, oltre a rapide escursioni attraverso destini di donne del settecento. recuperati, tutti, dalle antiche cronache e riportati in vita da una scrittura che suscita immagini a ogni rigo.
Ah L`amore L`amore
Manzini Antonio
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      


rocco schiavone, vicequestore ad aosta, e` ricoverato in ospedale. un proiettile lo ha colpito in un conflitto a fuoco, ha perso un rene ma non per questo e` meno ansioso di muoversi, meno inquieto. negli stessi giorni, durante un intervento chirurgico analogo a quello da lui subito, un altro paziente ha perso la vita: roberto sirchia, un ricco imprenditore che si e` fatto da se`. un errore imperdonabile, uno scandalo clamoroso. la vedova e il figlio di sirchia, lei una scialba arricchita, lui, molto ambizioso, ma del tutto privo della energia del padre, puntano il dito contro la malasanita`. ma, una sacca da trasfusione con il gruppo sanguigno sbagliato, agli occhi di rocco che si annoia e non puo` reprimere il suo istinto di sbirro, e` una disattenzione troppo grossolana. sente inoltre una profonda gratitudine verso chi sarebbe il responsabile numero uno dell`errore, cioe` il primario dottor negri; gli sembra una brava persona, un uomo malinconico e disincantato come lui. nello stile brusco e dissacrante che e` parte della sua identita`, il vicequestore comincia a guidare l`indagine dai corridoi dell`ospedale che clandestinamente riempie di fumo di vario tipo. se si tratta di delitto, deve esserci un movente, e va ricercato fuori dall`ospedale, nelle pieghe della vita della vittima. dentro i riti ospedalieri, gli odori, il cibo immangiabile, i vicini molesti, schiavone si sente come un leone in gabbia. ma e` un leone ferito: risulta faticoso raccogliere gli indizi, difficile dirigere a distanza i suoi uomini, non puo` che affidarsi all`intuito, alle impressioni sulle persone, ai dati sul funzionamento della macchina sanitaria. e l`autore concede molto spazio alla psicologia e alle atmosfere. rocco schiavone ha quasi cinquant`anni, certe durezze si attenuano, forse un amore si affaccia. sullo sfondo prendono piu` rilievo le vicende private della squadra. e immancabilmente un`ombra, di quell`oscurita` che mai lo lascia, osserva da un angolo della strada li` fuori.
Cinquanta In Blu. Storie
Aa.vv.
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      NON DISPONIBILE


per i cinquant`anni della casa editrice sellerio, nove tra i nostri autori piu` noti e consueti hanno scelto un volume tra gli oltre tremila del catalogo: il titolo che piu` li aveva colpiti. e partendo da questo hanno immaginato una nuova trama per un racconto inedito. lo scopo della proposta editoriale e` di mostrare una continuita`, una cifra caratteristica, uno stile originale nel mezzo secolo della nostra esperienza; e, da parte dello scrittore, e` quello di cercare di rivivere con il lettore, attraverso l`invenzione di una nuova storia, una significativa esperienza di lettura. per antonio manzini, come nella "scacchiera davanti allo specchio" di bontempelli, la realta` diventa quella dello specchio, cosi` uno stesso colpo di teatro magico-realistico e` scelto da una compagnia di vecchi attori per dire addio alle scene. alicia gime`nez-bartlett trova nella vitalita` della nostalgia di penelope fitzgerald (il romanzo e` "la libreria") il modello per la propria protagonista che cerca di ridare anima a un villaggio della . nell`"affaire moro", leonardo sciascia racconta un aneddoto per capire l`italia di quegli anni: giosue` calaciura lo inscena con un volto un luogo un fatto un motivo. roberto alajmo invece scrive un vero racconto su un libro: immagina il prefetto dell`"ultima provincia" (di luisa adorno) che affronta il suo quarto d`ora di comica notorieta` tra i colleghi di prefettura. uwe timm del "notturno indiano" (di antonio tabucchi) assorbe l`atmosfera, le suggestioni da pessoa, l`inquietudine della ricerca e la fascinazione di una citta`. andrea molesini fa agire un e quindi dai "delitti esemplari" (di max aub) trae la letterale ispirazione. un bambino, intelligente, buono, che va ad abitare allo zen 2 trasferendosi dal vecchio centro di palermo, ricorda a davide camarrone il dissidente dovlatov che emigra a new york (e che lo racconta con l`umorismo luccicante de "la valigia").
Verita` Su Amedeo Consonni (la)
Recami Francesco
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      NON DISPONIBILE


dopo la morte di un ex tappezziere, amedeo consonni, la casa di ringhiera non e` piu` la stessa. tutto e` successo nel pieno di una sparatoria, a milano, e consonni non c`e` piu`. perche`? perche` ha visto troppo: una strage, tra poliziotti, acquirenti e venditori ad un`asta di giovani schiave dell`est. qual e` la verita`? bastera` un processo a chiarirla ? adesso la sua intraprendente compagna, angela mattioli, si e` trasferita a camogli, in liguria, dove condivide l`esistenza con un signore silenzioso e molto discreto, alberto scevola. la coppia abita in una casetta appartenuta una volta a un marinaio eccentrico e il nido d`amore nasconde dei segreti, pesantissimi. alla casa di ringhiera manca consonni, colui che era un po` il suo centro di gravita`, la parte razionale di quell`organismo che l`autore francesco recami riesce a rappresentare come dotato di vita autonoma. e una serie di iperboliche vicende si aggroviglia. l`anziano luis de angelis sembra diventato piu` freddo verso l`eccessiva bmw z3. 3.2 24 valvole roadster perche` teme che il suo trilocale sia visitato da presenze demoniache, forse addirittura poltergeist. claudio giorgi, l`ex alcolista, scopre un segreto della signorina mattei-ferri la quale ordisce una macchinazione per annientarlo. sono coinvolti anche: il nipote di de angelis, daniel, un microdelinquente; i due ragazzi giorgi, influenzati da visioni splatter; antonio, il bravo manovale, che ha portato non si sa da dove una specie di dea, yutta, una tedesca dalla bellezza sovrumana che, imprendibile e disinibita, seduce tutti, ma soprattutto l`architetto imbroglioncello du vivier. la trama ordinata diventa un groviglio inestricabile, ma e` enrico, il cipolla, il nipotino adorato da consonni, quello che fa di tutto sfidando l`impossibile per rivedere il nonno, a trovare l`ordito. e infatti la storia di consonni - sia quella della sparatoria sia quella che parte con una luccicante scoperta fatta nell`appartamento di camogli - continua, come spina
Dodici Rose A Settembre
De Giovanni Maurizio
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

14.00 €      NON DISPONIBILE


. gelsomina settembre detta mina, assistente sociale di un consultorio sottofinanziato nei quartieri spagnoli di napoli, e` costretta a occuparsi di casi senza giustizia. la affiancano alcuni tipi caratteristici con cui forma un improvvisato, e un po` buffo, gruppo di intervento in ambienti dominati da regole diverse dall`ordine ufficiale. domenico gammardella , bello come robert redford, con un fascino del tutto involontario e una buona volonta` spesso frustrata; trapanese, il portiere dello stabile che si sente irresistibile e quando parla sembra rivolgersi con lo sguardo solo alle belle forme di mina; e, piu` di lato, il magistrato de carolis, antipatico presuntuoso ma quello che alla fine prova a conciliare le leggi con la giustizia. vengono trascinati in due corse contro il tempo piu` o meno parallele. ma di una sola di esse sono consapevoli. mentre mina, a cui non mancano i problemi personali, si dedica a una rischiosa avventura per salvare due vite, un vendicatore, che segue uno schema incomprensibile, stringe intorno a lei una spirale di sangue. la causa e` qualcosa di sepolto nel passato remoto. il magistrato de carolis deve capire tutto prima che arrivi l`ultima delle dodici rose rosse che, un giorno dopo l`altro, uno sconosciuto invia. mina settembre e gli altri sono figure che maurizio de giovanni ha gia` messo alla prova in un paio di racconti. in "dodici rose a settembre" compaiono per la prima volta in un romanzo. sono maschere farsesche sullo sfondo chiassoso di una citta` amara e stanca di tragedie. un mondo di fatica del vivere che de giovanni riesce a far immaginare, oltre all`intreccio delle storie, gia` solo con il linguaggio parlato dai vari personaggi di ogni strato sociale: ironico, idiomatico, paradossale, immaginoso.
Cinquanta In Blu Otto Racconti Gialli
Aa.vv.
Editore: Sellerio
Collana: La Memoria
Formato: libri   

15.00 €      


per i cinquant`anni dalla fondazione della casa editrice sellerio, otto , compagni in tempi diversi della nostra storia, hanno ricordato un libro scelto tra gli oltre tremila del catalogo, quello che ha colpito ciascuno di essi per un qualunque motivo personale (non necessariamente l`essergli piaciuto di piu`), e ne hanno fatto l`elemento determinante di una nuova trama. hanno scritto un racconto con un libro: dove questo e` di volta in volta o una specie di movente per una morte (cosi` nel racconto di marco malvaldi "la fine e` nota del misterioso" autore holiday hall); oppure e` lo strumento per una metamorfosi nella vita di una persona (nel racconto di santo piazzese, il poema di ignazio buttitta "la vera storia di salvatore giuliano"); o e` assunto come schematico modello di uno scambio di equivoci, scheletro narrativo di una rischiosa vicenda (e` il caso, nel racconto di francesco recami, del volumetto della louise de vilmorin "i gioielli di madame de***"); o il nutrimento morale che da` la forza del dubbio necessario a chi indaga (come e`, per i due di gaetano savatteri, l`apologo scettico del procuratore della giudea di anatole france); una pura ispirazione (e` quello che conduce giampaolo simi a scegliere di va`zquez montalba`n assassinio al "comitato centrale" come guida alla sua storia di terrorismo); l`atmosfera persistente di una nera palermo sotterranea (che e` quello che vuole in comune con il suo intrigo nero gian mauro costa in una vicenda truce e romantica da "storie e cronache della citta` sotterranea" dell`indimenticabile cronista poetico e teatrante salvo licata); una medicina per un caso orrendo di "isolitudine" (lo e` "la luce e il lutto" di gesualdo bufalino per il biblioterapeuta vince corso di fabio stassi); infine, un libro che suscita angoscia che diventa l`idea per risolvere il caso (come accade a carlo monterossi, il dilettante di alessandro robecchi che si trova a indagare su delle cartoline min
    © 2020 CARU' s.r.l. PI 01440980124                      home | contatti | condizioni di vendita | privacy | informativa cookie




Questo sito utilizza solo cookies tecnici e cookies analitics propri e di terzi. Per ulteriori informazioni vedi la nostra informativa. Chiudi